ūüí°COLLECTION TIPS: Valutazione

 

.

Introduzione

L'arte non ha un valore estrinseco. Non pu√≤ essere usata e, poich√© la maggior parte delle opere d'arte sono uniche, non sappiamo quanto valgano, in genere. Se inizialmente siamo stati noi ad acquistare le opere, sapremo anche quanto o quanto poco le abbiamo pagate al momento dell'acquisto. Ma come cambia il prezzo dopo qualche mese, qualche anno o addirittura qualche decennio? E se si eredita un'opera che √® rimasta in famiglia per secoli e nessuno ha pi√Ļ un della documentazione a riguardo? √ą facile trovare le quotazioni giornaliere di un'oncia d'oro, perch√© un lingotto d'oro √® uguale a un altro lingotto d'oro, ma non √® altrettanto facile con l'arte. Innanzitutto, a differenza delle materie prime, non esistono mercati di scambio globali regolamentati e, in secondo luogo, ogni opera √® diversa da un'altra e sono molti i fattori contestuali come lo stato di conservazione, la provenienza, il soggetto, i colori, ecc. a determinare il valore di un oggetto. Come si determina quindi il valore finanziario di un'opera d'arte?

 

Innanzitutto, è importante riconoscere che ci sono molte ragioni per cui qualcuno potrebbe voler conoscere il valore di una collezione o di una singola opera. Far valutare un'opera d'arte non significa che qualcuno voglia venderla. Mantenere un valore aggiornato della propria collezione dovrebbe essere un elemento costante della cura della stessa.

 

Le ragioni pi√Ļ importanti per valutare una collezione sono:

1. Stabilire valutazioni assicurative accurate, in modo da essere sicuri che, in caso di danni alle opere, si disponga di un'assicurazione adeguata.

2. Potreste aver bisogno di riflettere sull'entità dei vostri asset illiquidi costituiti da opere d'arte e sulla possibilità di ottenere un prestito a fronte di tali beni.

3. Il vostro patrimonio familiare potrebbe dover essere diviso a causa di un divorzio, di un decesso o di una catastrofe (ad esempio, un fallimento) e dovete sapere, spesso rapidamente, cosa avete. Le famose tre D (in inglese ‚Äúdivorce or death or disaster‚ÄĚ) sono ancora alla base della maggior parte delle opere che vengono messe all'asta.

4. Potreste voler prestare un'opera per una mostra e dover essere certi che l'istituzione a cui la prestate la assicuri al giusto valore.

5. Potreste dover pagare le tasse se ereditate una collezione. Queste dovrebbero essere basate su valori accurati.

Sebbene tutto ciò sembri abbastanza razionale e semplice, le valutazioni e le perizie possono essere un incubo. Come per molti altri elementi del mercato dell'arte, i servizi di valutazione non sono sempre regolamentati e le leggi che disciplinano i diversi Paesi variano notevolmente. Pertanto, un collezionista deve condurre ricerche approfondite e lavorare con persone fidate per sentirsi sicuro e ben servito.

Quali sono i diversi modi per effettuare valutazioni e perizie?

 

 

Far valutare la propria collezione

1.¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬† √ą importante capire la differenza tra i termini valutazione e stima. Una valutazione √® un termine molto pi√Ļ generico rispetto alla stima. Un acquirente potrebbe tornare alla galleria o alla casa d'aste da cui proviene un'opera e chiedere loro quanto vale oggi un pezzo dell'artista. L'acquirente potrebbe fornire una cifra approssimativa, probabilmente senza metterla per iscritto. Questo potrebbe dare al proprietario una buona idea, ma nulla di pi√Ļ. Una valutazione di solito non √® giuridicamente vincolante e spesso si basa su opinioni. Una stima, invece, √® un processo chiaramente definito in cui un esperto valuta le opere d'arte in modo indipendente e senza interessi e viene pagato per i suoi servizi. Secondo gli "Uniform Standards of Professional Appraisal Practice" (USPAP) degli Stati Uniti, un perito √® colui che "deve eseguire servizi di valutazione con competenza e in modo indipendente, imparziale e obiettivo". Una valutazione professionale deve essere accompagnata da un'ampia relazione scritta che includa i dettagli della catalogazione, le note di provenienza e le condizioni, nonch√© il valore appropriato dell'oggetto.

2.¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬† Esistono tre diversi tipi di valori associati alle stime: il valore di mercato equo fornisce un'opinione su quanto l'opera sarebbe venduta in un determinato momento tra parti pienamente informate. Il valore di sostituzione al dettaglio pu√≤ essere pi√Ļ elevato e viene utilizzato principalmente a fini assicurativi: quanto costerebbe effettivamente sostituire un'opera d'arte? Il valore di mercato √® il valore equo di mercato meno le spese di vendita. Questo valore dovrebbe essere utilizzato quando i beni devono essere divisi, poich√© i costi di transazione possono essere elevati.

3.¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬† A meno che non si sia certi di voler vendere un'opera all'asta e quindi si sia interessati a ottenere valutazioni competitive da diverse case d'asta, √® consigliabile lavorare con un perito indipendente piuttosto che far valutare l'opera da una casa d'aste. L'interesse di una casa d'aste √® sempre quello di consegnare e vendere opere e, sebbene la maggior parte di esse offra servizi di valutazione, potrebbe anche essere una parte interessata. E naturalmente le loro valutazioni si basano su intervalli di stime e non offrono valutazioni pi√Ļ sicure. Di solito, le associazioni di valutatori a livello nazionale hanno i loro elenchi di valutatori indipendenti, quindi √® bene rivolgersi a qualcuno che sia iscritto a un organismo di settore affidabile.

4.           I valori delle opere d'arte possono rimanere abbastanza stabili, ma possono anche cambiare rapidamente da un giorno all'altro. Dipende ovviamente dal mercato così come da altre circostanze, ad esempio, se un artista è in mostra in un'importante retrospettiva, se è stato assunto da una grande galleria, se è morto e così via. Questi eventi possono far salire i prezzi, ma altri, naturalmente, possono farli scendere o addirittura crollare. Assicuratevi quindi di aggiornare regolarmente le vostre valutazioni, magari ogni 1 o 3 anni, a seconda del tipo di collezione e delle vostre necessità.

5. Se volete fare da soli, ci sono banche dati sui prezzi a cui potete abbonarvi (a pagamento), come Artprice (https://www.artprice.com/) e Artnet (https://www.artnet.com/price-database/). Se avete un'opera in edizione abbastanza conosciuta o un'opera molto tipica di un artista noto, potreste essere in grado di vedere voi stessi i valori attuali (basati sui prezzi d'asta). Ma naturalmente questo non vi fornisce una valutazione precisa della vostra opera, poiché altri fattori come lo stato di conservazione, la collocazione, il numero di edizione, la provenienza ecc. hanno un ruolo importante nella corretta valutazione di un'opera, come già detto.

 

Riepilogo

Le valutazioni sono una parte importante della pianificazione patrimoniale e sono inoltre utili per proteggere i vostri investimenti artistici. Esse vi danno fiducia nelle vostre attività di acquisto e il monitoraggio del valore di una collezione dovrebbe essere una parte regolare della vostra pianificazione finanziaria complessiva, anche se vivete felicemente con le opere e non avete intenzione di venderle. Come in molti settori del mercato dell'arte, la fiducia è fondamentale quando si chiede a qualcuno di valutare la propria collezione. Qualunque sia la strada intrapresa, assicuratevi che il risultato sia vantaggioso per voi e non per il valutatore. Tenersi regolarmente informati sugli sviluppi del mercato dell'arte è probabilmente un buon modo per farsi un'idea generale degli alti e bassi del valore in generale e della propria collezione in particolare.

 

Ulteriori letture:

Mary Rozell: The Art Collector’s Handbook. The definitive Guid to Acquiring and Owning Art. Lund Humphries London 2020
Una recente ed estesa guida con molti risorse per tutto ciò che riguarda il collezionismo, compresi aspetti legali e finanziari, oltre ad un esteso capitolo sulle stime.

 

Garrett Wendell D and Appraisers Association of America. 2013. Appraising Art: The Definitive Guide to Appraising the Fine and Decorative Arts. New York NY: Appraisers Association of America.

Una guida estremamente dettagliata sulle stime con un focus sul mercato Americano.

https://www.christies.com/features/how-is-an-artwork-appraised-10033-1.aspx
Questo articolo dà un buon panoramica su una vasta gamma di competenze necessarie per valutare diversi tipi di oggetti d’arte.   

 

https://observer.com/2019/05/winston-art-group-elizabeth-von-habsburg-interview/
L’Esperta Art Advisor Elizabeth von Habsburg riguardo a stime ed investimenti.